Julia Timoshenko, l'Ucraina delle donne

La donna di oggi

di Greta Privitera
<p>Julia Timoshenko, l'Ucraina delle donne</p>
PHOTO - - - CORBIS IMAGES

Si prevede un duello all'ultimo voto il 7 febbraio in Ucraina dopo gli exit poll delle elezioni presidenziali che vedono in testa il leader dell'opposizione filorussa Viktor Ianukovich (31,5%-37,66%), e la premier filo occidentale Julia Timoshenko (25%-27,2%), con un distacco che varia da 4 a 11 punti. Nel freddo di Kiev, la capitale, c'è aria di cambiamento: il forte conflitto tra l'oriente russo di Ianukovich e l'occidente della Timoshenko che guarda a un futuro più europeo, fa da sfondo alla città. E, lei, già lancia un appello a tutti i candidati democratici del Paese, in particolare al suo ex alleato, Viktor Yushenko, il padre della "Rivoluzione arancione", colui che nel 2004 sfidò Mosca trascinando nelle piazze centinaia di migliaia di persone per liberarsi dal giogo post-comunista russo. E lei vorrebbe che l'Ucraina entrasse a far parte dell'Unione Europea, e ha promesso di fare di tutto affinché il suo Paese ne diventi membro entro 5 anni, anche se Bruxelles finora non ha offerto prospettive di adesione.
Anche se non è data come favorita, Julia rimane la protagonista di queste elezioni. È la leader dell'Unione di Tutti gli Ucraini "Patria" e del Blocco Elettorale Julia Timosenko, inoltre, dal 2007, ricopre la carica di Primo Ministro dell'Ucraina, dopo il primo incarico del 2005. Prima della discesa in politica, era una donna d'affari di successo nell'industria del gas e, con ciò, divenne una delle donne più ricche della nazione. È sposata con Oleksandr Timosenko e ha una figlia, Jevhenija, di 29 anni. E come se non bastasse, è anche la prima donna di origini ebraiche a ricoprire la carica di Primo Ministro.
La «Giovanna d'Arco della Rivoluzione Arancione» la chiamavano in Europa, perché da sempre è stata una voce intransigente e critica contro il potere russo, ed è grazie anche alla sua determinazione che nel 2004 il presidente filo occidentale, Viktor Iushenko, arrivò al potere.
Forse è la sua bellezza rara, o sono quei capelli biondi raccolti in trecce che le contornano il viso, oppure è quella passione politica che la distingue, ma nonostante i numeri la diano quasi sconfitta, il suo staff , come molti cittadini ucraini, sono convinti che l'ex eroina arancione vincerà il ballottaggio e sarà il prossimo presidente. «La principale conclusione degli exit poll è che, nonostante il piccolo vantaggio del nostro avversario nel primo turno, il nostro prossimo presidente sarà Julia Timoshenko», ha dichiarato il vice premier Oleksandr Turcinov, del blocco di «Julia».

Noi pensiamo che: Donna bella e agguerrita, se vince potrebbe essere la nuova Merkel?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

marisa 83 mesi fa

..belle le voci critiche e appassionate...e bella anche la sua acconciatura ;)

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).