DAI PALAZZI12:43 - 21 gennaio 2010

Bertolaso Spa: da Haiti alla Maddalena

Bertolaso va ad Haiti e alla Maddalena

di Greta Privitera
<p>Bertolaso Spa: da Haiti alla Maddalena</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Parte oggi per Haiti l'uomo- (quasi) eroe d'Italia, Guido Bertolaso, che a capo della Potezione civile aveva già affrontato l'emergenza terremoto. Ai Caraibi, in zona terremoto, lo manda il premier Silvio Berlusconi, con il compito di valutare la situazione e pianificare le attività necessarie, così da non vanificare lo slancio di generosità messo in campo dalle Istituzioni del nostro Paese. È lui, il tuttofare nostrano, sottosegretario per il coordinamento degli interventi di emergenza europei e internazionali, capo della Protezione civile, uomo delle emergenze. Bertolaso però, dopo l'Aquila e Haiti, dovrà garantire anche il pieno successo, con la protezione civile, della prestigiosa Louis Vuitton Cup: regata velica nelle acque tra il nord-est della Sardegna e la Costa Smeralda, nella prossima primavera. Con la sua grande passione per il mare si metterà al servizio della Coppa America. L'ordinanza di Palazzo Chigi prevede che Bertolaso, tra i vari obiettivi dell'incarico, provveda alla predisposizione di un piano antincendio a Caprera, alla valorizzazione dei beni culturali presenti sull'isola, alla realizzazione di interventi di riqualificazione ambientale nell'area di Punta Rossa. Da Haiti alla Maddalena in un battere di ciglia. Questo accade per colpa, o per virtù, di un decreto legge che "privatizza" la Protezione civile trasformandola in una Spa, che diventa di fatto se non il più grande, certamente il più autonomo ente appaltatore della Repubblica, con una quasi totale deroga alle tradizionali norme di legge per i fondi in transito da palazzo Chigi e destinati ai più svariati scopi: dalle gare ciclistiche, alla celebrazione di santi, dai party di Stato ai viaggi del Papa, dalle piscine alle discariche, dal traffico delle gondole in laguna alle regate, dagli alberghi di lusso agli scenari di cartapesta per i vertici internazionali. Tra il 2001, anno nel quale Bertolaso venne nominato capo della Protezione civile, e i primi cinque mesi del 2009, la presidenza del Consiglio ha emesso 587 "ordinanze emergenziali", di cui solo una parte riferita a calamità naturali. Il resto a "Grandi eventi", o presunti tali. Pare che nessun organo di controllo sia in grado al momento di sapere esattamente quanto la coppia Berlusconi-Bertolaso sia riuscita a spendere negli ultimi anni. Ma ha prodotto una stima attendibile Manuele Bonaccorsi, autore di un dossier intitolato Potere assoluto - La protezione civile ai tempi di Bertolaso, appena pubblicato e che la Cgil. Bonaccorsi giudica il nuovo decreto sulla protezione civile «improprio e anticostituzionale»,e lo illustrerà sabato prossimo all'Aquila in una manifestazione di protesta dei Comitati dei terremotati contro la Protezione Civile Spa. Certo, Bertolaso ha già annunciato l'intenzione di andare presto in pensione. Ma, in ogni caso, l' Spa della Protezione civile rimarrebbe. In questo caso, a chi andrà in mano questa macchina che muove miliardi?

Noi pensiamo che: Bertolaso tuttofare, o Bertolaso imperatore?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Greta [Style] 80 mesi fa

Margherita, grazie per il commento (e grazie anche a Lisa e a Polly). Stiamo lavorando per rendere più facile e veloce commentare i nostri articoli per coloro che non sono ancora registrati a Style.it. Infatti, la pubblicazione dei commenti degli utenti registrati è più facile e immediata. Grazie ancora per il commento e per la pazienza. A presto! :)

polly 80 mesi fa

Ma perchè non ne parlano i telegiornali di questo uomo imperatore?

lisa_80 80 mesi fa

Solo in italia una cosa del genere è possibile...I 7 re di roma diventano 8: Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio,Tarquinio Prisco, Servio Tullio, Tarquinio il Superbo e BERTOLASO....

margherita 80 mesi fa

Si, eccolo partire per Haiti...Super Bertolaso. Un uomo di grandi capacità, bisogna riconoscerlo anche se a mio avviso questo sodalizio con Berlusconi intacca la sua integrità di eroe senza macchia e senza paura. Ma non era comunista una volta? p.s. questo sistema per i commenti non è per niente efficienete, s'impalla ogni minuto.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).