DAL WEB15:22 - 23 gennaio 2010

Dramma a Favara, crolla una palazzina

Crolla una plazzina a Favara e fa 2 vittime

di Greta Privitera
<p>Dramma a Favara, crolla una palazzina</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Erano appena passate le 7 a Favara, in provincia di Agrigento, quando in Piazza del Carmine una palazzina è crollata. Una tragedia. Ci abitava la famiglia Bellavia: la mamma  Giuseppina, il papà Giuseppe, i figli Marianna di 14 anni, Giuseppe di 12 anni e Chiara, la piccola, di 4. I due genitori sono riusciti a mettersi in salvo mentre i bambini sono rimasti sotto le macerie. I soccorritori hanno estratto il corpo senza vita di Marianna, la più grande. Si è salvato, invece, il fratellino Giuseppe di 12 anni, che era riuscito a parlare con i soccorritori con un telefono cellulare. Mentre Chiara è stata tirata fuori ancora in vita ma è deceduta poco dopo. Il padre Giuseppe, operaio edile saltuario, ha seguito le operazioni fino alla fine: malgrado fosse ferito non ha voluto allontanarsi da quel cumulo di maceria che ha inghiottito prepotentemente i suoi figli. Sulle cause della tragedia non ci sono ancora certezze: «La zona è fatiscente e potrebbe trattarsi di un crollo strutturale. Anche perché non si sono sentite esplosioni» dice il tenente Gabriele Treleani, comandante dei carabinieri di Favara. La situazione è grave e c'è anche il pericolo di ulteriori crolli. Nel frattempo nella zona ci sono state fughe di gas e i vigili del fuoco hanno fatto sgomberare alcune abitazioni. La sorella di Giuseppina Bellavia spiega che la famiglia aveva presentato richiesta per una casa popolare senza ottenere alcun risultato. Una situazione che ha scatenato la rabbia della gente che si è accalcata intorno alla scena del disastro, gridando insulti verso i politici locali.

Noi pensiamo che:
non c'è solo il terremoto a spazzare via case e vite, ma anche le omissioni di chi, le case, le costruisce o dà i permessi per farlo.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).