DAI PALAZZI17:08 - 25 gennaio 2010

Delbono si dimette da sindaco di Bologna

Il sindaco di Bologna si dimette

di Greta Privitera
<p>Delbono si dimette da sindaco di Bologna</p>

Ore 16:49: Ha confermato le dimissioni il sindaco di Bologna Flavio Delbono (Pd), intervenendo in Consiglio Comunale. Circa tempi e modi, Delbono ha annunciato che saranno decisi «con senso di responsabilità in relazione alle urgenze in calendario». Travolto dal cosiddetto Cinzia-gate, il sindaco non ce l'ha fatta a restare: Delbono è sotto inchiesta per peculato, abuso d'ufficio e truffa in relazione ad alcuni viaggi fatti quando era vicepresidente della Regione Emilia Romagna per aver portato con sé l'ex fidanzata ed ex segretaria Cinzia Cracchi. Fino a stamattina, Delbono sembrava deciso a restare sulla poltrona principale di Palazzo D'Accursio anche in presenza di un eventuale rinvio a giudizio. Poi, pressato dal suo entourage, ha deciso di chiudere e di tornare a lavorare come docente all'Università. Ha concluso dicendo: «Sceglierò modi e tempi che dovranno tenere presente il bene prioritario della città, a partire dal fatto che nei prossimi giorni inizierà in aula l'esame per l'approvazione del bilancio 2010, di cui rivendico la bontà nell'interesse della città così come sono orgoglioso delle cose fatte in questi mesi e di quelle che faremo ancora per Bologna».

Ore 14:47: Filippo Mancuso, ex magistrato ed ex ministro della Giustizia,  dice di aver trovato Delbono «addolorato e ferito» per la vicenda del Cinzia-gate, non ha dubbi nel bollare come «scorrettezza politica» il fatto che «un partito di maggioranza viene a Bologna a chiedere le dimissioni del sindaco. Sono decisioni da prendere all'interno dei gruppi di maggioranza a Bologna - insiste Mancuso- non si possono fare queste richieste venendo da Roma, a prescindere da chi fa parte dell'amministrazione in questa città. Questa non è la Bologna di Di Pietro», conclude l'ex magistrato.

Ore 14:15: La decisione è stata presa: Delbono si dimette. Da Bologna lo ha annunciato il capogruppo Pd in Comune Sergio Lo Giudice al termine di un incontro con il primo cittadino.  I vertici del partito, Pierluigi Bersani e l'ex premier Romano Prodi, hanno chiesto un passo indietro al sindaco. Bersani ha parlato di «strumentalizzazione da parte della destra».

Noi pensiamo che: Delbono? La prossima volta deve stare più attento con le fidanzate.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
marisa 80 mesi fa

ahah ben detto sama!peccato che mr.scandalo le istituzioni non solo non le rispetta, ma sembra proprio ignorarne l'esistenza...

sama287 80 mesi fa

La mossa di dimettersi è simbolo di rispetto alle istituzioni, speriamo che anche il nostro presidente del consiglio, ch edi secondo nom efa scandalo, prenda spunto dal Delbono!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).