Dal Dalai Lama a Miranda Kerr

Rassegna stampa

di Ferdinando Cotugno
<p>Dal Dalai Lama a Miranda Kerr</p>
PHOTO GETTY IMAGES

C'era una volta il G2, il nuovo equilibrio tra le superpotenze, gli Stati Uniti e la Cina. Il Presidente Barack Obama ha poi lanciato il secondo segnale sgradito a Pechino in pochi giorni. Prima l'accordo per vendere armi al nemico Taiwan, ora la promessa di incontrare il Dalai Lama, durante il prossimo viaggio del leader spirituale tibetano in America. Il governo cinese ha usato parole pesanti su questa decisione, definita «irragionevole» e in grado di «minacciare seriamente le relazioni tra i due paesi».

«Non è nel programma, e io sono assolutamente contrario». Anche il ministro della giustizia Angelino Alfano si è schierato contro il disegno di legge sui pentiti del senatore Giuseppe Valentino, che renderebbe molto più difficile acquisirne le testimonianze nei processi di mafia. A difendere la legge ha però provato in Parlamento lo stesso Valentino: «Dicono solo stupidaggini. Le condanne devono essere inflitte oltre ogni ragionevole dubbio, è indispensabile che i criteri di valutazione della prova rispondano a principi di tassatività».

Intervista manipolata o attacco alla morale pubblica? Morgan, cantante e presentatore, ha confessato al mensile Max di fare «uso quotidiano di cocaina per guarire la depressione». Si è scatenato un putiferio, il ministro della Gioventù Giorgia Meloni ha definito le parole di Morgan «deliranti». Forse il cantante sarà più preoccupato da quelle di Giancarlo Mazza, direttore artistico del Festival di Sanremo, al quale l'ex Bluvertigo dovrebbe partecipare. «Di fronte a queste dichiarazioni resto senza parole». L'Ariston si allontana?

Matthew Fort, il critico gastronomico del Guardian, ha attaccato il ministro delle Politiche agricole italiano Luca Zaia. «Un traditore, responsabile di un atto mostruoso». La colpa? Aver esaltato il McItaly, il nuovo panino di McDonald's fatto con ingredienti tutti italiani. E così è toccato a un leghista come Zaia difendere il fast food simbolo della globalizzazione: «L'operazione McItaly porterà ogni mese nelle tasche dei contadini italiani 3.488.000 euro di nuove entrate».

Molti collegamenti dei Tg si fanno dall'interno di una redazione o di ufficio, dove si lavora come al solito mentre lo speaker parla. Cosa succede se uno di questi soggetti sullo fondo, con il monitor voltato verso la telecamera,  si distrae guardando foto sexy? Succede che un servizio sugli indici bancari si trasforma in una gigantesca gaffe. Siamo in Australia, nel collegamento di Channel 7 si vede un impiegato che si sollazza guardando foto della modella Miranda Kerr, nuda a
parte gli slip. Sentendosi osservato, l'uomo si volta verso la telecamera, si accorge del disastro, prova a cambiare pagina su Internet. Ma è troppo tardi. Il video è già diventato virale sul Web.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).