DAL MONDO09:21 - 03 febbraio 2010

Svizzera, si vota per introdurre l'avvocato degli animali

Il Referendum a marzo

di Lavinia Farnese
<p>Svizzera, si vota per introdurre l'avvocato degli animali</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Tutti alle urne, in Svizzera. Per votare con un referendum l'esigenza o meno di un avvocato per gli animali. Succederà il 7 marzo. E sarà la prima volta che una popolazione verrà chiamata a pronunciarsi sull'urgenza o meno di un legale che difenda gli amici a quattro zampe. A dirla tutta, nel canton Zurigo, è una realtà che in qualche forma già esiste, dal 1992: e non a caso le condanne per maltrattamenti, abbandoni, trascuratezze lì, si sono fatte tante. Basti pensare che nel solo 2008, solo la giustizia zurighese ha emesso 190 sanzioni penali. La maggior parte delle denunce, riguarda i cani. E il lavoro è quasi tutto, finora, sulle spalle dell'avvocato Antoine F. Goetschel, gran sapiente in materia di diritto sulla tutela degli animali. Un servizio, che costa ai contribuenti 80mila franchi l'anno. E che non piace solo agli agricoltori.

Noi pensiamo che: viva il legale di Fido. In Italia, chiamati alle urne bau bau, votereste a favore o contro?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).