DALLA SOCIETA'14:20 - 04 febbraio 2010

La super pillola che farà vivere fino a 100 anni

Stanno creando la pillola che farà vivere fino a 100 anni

di Greta Privitera
<p>La super pillola che farà vivere fino a 100 anni</p>

Si chiama la «la pillola della longevità» e dovrebbe essere una medicina miracolosa che ci porterà fino a 100 anni. È la pillola dei desideri, quella che ti promette di vivere tanto senza sentire i danni del tempo, che ti offre un'esistenza lunga due vite, che fa pensare al futuro quando, una volta, era solo tempo di ricordi. Questo il segreto: contiene i tre geni della longevità. Due che incrementano la produzione del cosiddetto colesterolo buono, riducendo il rischio di malattie cardiache e ictus, e uno che previene il diabete. Ci stanno lavorando i ricercatori dell'Institute for Aging Research all' Albert Einstein College of Medicine di New York e sono guidati dal genetista Nir Barzilai che fa sapere che «La pillola potrebbe essere testata entro tre anni». Lo studio è partito da un'analisi approfondita e genetica di centinaia di ebrei arrivati dall'Europa dell'Est. «Le possibilità di vivere fino a cent'anni sono mediamente una su diecimila», spiega Barzilai ma «nel gruppo dei 500 ebrei Ashkenaziti esaminati le possibilità salivano a 20 volte di più nonostante il 30% di loro fosse obeso o in sovrappeso e un altro 30% avesse fumato due pacchetti di sigarette al giorno per più di 40 anni». Della serie: ci sono geni che salvano nonostante comportamenti lontani da ogni buona regola alimentare e di salute. La compressa miracolosa prometterebbe di eliminare patologie come il diabete, il morbo di Alzheimer e le malattie cardiache, concedendo una vita centenaria e in salute.

 

Noi pensiamo che: ma davvero vogliamo vivere fino a 100 anni?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).