DAL MONDO12:09 - 04 febbraio 2010

Nuova Zelanda: per pagarsi gli studi vende la verginità on line

Mette all'asta in rete la verginità.

di Greta Privitera
<p>Nuova Zelanda: per pagarsi gli studi vende la verginità on
line</p>

Non aveva abbastanza denaro per pagarsi gli studi e così ha deciso di mettere all'asta on line la propria verginità. È accaduto in Nuova Zelanda, dove una giovane di 19 anni (di cui non si conosce il nome) ha  messo un annuncio sul sito www.ineed.co.nz, una sorta di Secondamano, per concedersi al miglior offerente. Con il nome di Unigirl, la studentessa ha accettato l'offerta più alta, 45mila dollari neozelandesi, circa 22 mila euro. «Ringrazio le oltre 30 mila persone che hanno letto il mio annuncio e ringrazio per le oltre 1.200 offerte ricevute» ha commentato la ragazza, aggiungendo che che la cifra «è ben al di sopra di quello che mi aspettavo». «Offro la mia verginità a chi paga di più, a patto che la mia sicurezza personale sia rispettata. Prendo questa decisione pienamente cosciente delle possibili conseguenze», si leggeva sull'annuncio. Ma la polizia neozelandese l'ha accusata di essersi esposta a molti rischi, mentre il proprietario del sito oggi ha motivato la decisione di non censurare l'annuncio con la volontà di non interferire con scelte individuali, purché legali.

 

Noi pensiamo che: le scelte individuali vanno rispettate, ma non era meglio andare a lavare i piatti?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).