DAL MONDO14:15 - 10 febbraio 2010

Siria, c'è il kit della verginità

Spopola tra le giovanissime

di Ferdinando Cotugno
<p>Siria, c'è il kit della verginità</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il kit per la verginità sta diventando così diffuso in Siria da aver interessato anche i servizi segreti. L'oggetto è composto da una serie di sacchetti pieni di liquido rosso, da inserire nella vagina. La sua funzione è quella di essere una specie di imene artificiale: durante il rapporto i sacchetti si rompono, simulandone la rottura. Grande scena per le ragazze, che urlano e piangono come al primo rapporto, e grande soddisfazione per l'uomo, che si crederà (per sempre?) primo e unico amante. Il kit è stato inventato in Egitto, è venduto in tutto il mondo islamico, dove la verginità è ancora un requisito di onorabilità. Ma è in Siria che ha avuto il successo maggiore, quasi di massa, soprattutto tra le giovani studentesse di Damasco. Ovviamente è un oggetto proibito, che si vende attraverso canali clandestini. Costa l'equivalente di pochi euro e pare che presto si potrà comprare anche online. I servizi segreti ci hanno visto la bandiera di una temuta rivoluzione sessuale sotterranea e hanno dato ordine di braccare gli spacciatori del kit con inflessibile severità.

Noi pensiamo che: comunque vada, è sempre un pasticcio per le donne.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).