DALLA SOCIETA'16:32 - 11 febbraio 2010

Educazione sessuale: meglio la Soap del documentario

I ragazzi di oggi preferiscono imparare l'educazione sessuale dalla Tv

di Alessandra D'Angiò
<p>Educazione sessuale: meglio la Soap del documentario</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La televisione può dare il buon esempio e non necessariamente attraverso i programmi di informazione. È quanto emerge da uno studio condotto dalle professoresse Emily Moyer-Gusé (Ohio State University) e Robin Nabi (University of California) secondo cui, in tema di educazione sessuale e di uso dei contraccettivi, le ragazze sono molto più propense a "imparare la lezione" da telefilm e soap opera, piuttosto che da trasmissioni più serie o giornalistiche.
La ricerca, condotta su 353 studenti universitari tra i 18 e i 25 anni, proponeva ai ragazzi due diversi programmi televisivi, entrambi focalizzati sulle conseguenze del sesso non protetto tra i giovani: una puntata della Campagna nazionale per la prevenzione delle gravidanze adolescenziali e, dal lato opposto, un episodio del teen drama The O.C., quello in cui i protagonisti Ryan e Theresa scoprono di aspettare un bambino. A due settimane dalla visione, una volta ricontattate dalle professoresse, le ragazze che avevano visto il programma istituzionale non avevano cambiato la loro opinione sul sesso e sull'uso dei contraccettivi, mentre le studentesse che avevano visto il telefilm erano decisamente più propense ad adottare metodi anticoncezionali con il proprio ragazzo. «Questo perché le ragazze sono riuscite ad immedesimarsi nei personaggi - spiega la dottoressa Moyer-Gusé - e a capire che anche loro potrebbero trovarsi in una situazione simile se non staranno attente».

Noi pensiamo che: ma l'educazione sessuale dei ragazzi non dovrebbe essere compito di genitori?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).