DALLA SOCIETA'15:28 - 12 febbraio 2010

Travaglio e Gabanelli potrebbero andare in Islanda

Lì, c'è più libertà d'informazione

di Angelo Sarasi
<p>Travaglio e Gabanelli potrebbero andare in Islanda</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sarà l'Islanda la nuova patria di Marco Travaglio e Milena Gabanelli? Il Parlamento di Reykjavik si appresta, infatti, a varare un pacchetto di norme, che potrebbe trasformare l'isola bagnata dall'Atlantico in un paradiso del giornalismo investigativo. «Questa riforma del diritto mira a fare del nostro paese», spiega la parlamentare Birgitta Jonsdottir, «un luogo in cui i media possano avere libero accesso a tutte le fonti possibili».

Un giornalista non correrebbe quindi più il rischio di essere processato, né bloccato durante la propria indagine dal prestigio del titolare di una particolare carica istituzionale. L'unico limite sarebbe la reale necessità della società a essere informata. Il disegno di legge appoggiato da 38 sui membri del parlamento islandese ha buone probabilità di essere accolto. Dopo il buco finanziario che ha portato il Paese a indebitarsi il 500% in più dall'inizio della depressione economica, "taciuto" dalle banche fino alle rivelazioni apparse sui media, la popolazione islandese vuole sapere tutto.

Noi pensiamo che: sarebbe bello non dover emigrare per esser liberi politicamente.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).