DALLA SOCIETA'11:44 - 15 febbraio 2010

Malati di mente, manca l'assistenza

Dopo 30 anni dalla legge Basaglia l'assistenza ai malati di mente è ancora scarsa

di Greta Privitera
<p>Malati di mente, manca l'assistenza</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un milione d'italiani soffrono di schizofrenia o di disturbi mentali severi: dalla depressione grave agli squilibri di personalità. Poco più di 30 anni fa sarebbero tutti stati rinchiusi in manicomio. Ma dal 1978 grazie a Franco Basaglia e alla sua battaglia i manicomi furono banditi. Ancora oggi, però, questa legge è rimasta incompiuta. E la cronaca fa sapere di casi, tutt'ora esistenti, di donne e uomini trattati con camicie di forza, lacci e elettroshock. Basaglia non ci crederebbe. La mappa dell'assistenza psichiatrica italiana trent'anni dopo Basaglia arriva dal congresso internazionale «Trieste 2010: che cos'è la salute mentale?». Il meeting è stato organizzato dagli «eredi» di Franco Basaglia: Franco Rotelli, direttore dell'Azienda sanitaria Ass-1 Triestina, e Giuseppe Dell'Acqua, direttore del Dipartimento di salute mentale di Trieste. Molto significativa la distribuzione dei Dipartimenti di Salute Mentale nel nostro Paese: 77 servono una popolazione tra i 100.000 e i 250.000 abitanti,per altri 68 il bacino di utenza è tra i 250.000 e i 500 mila abitanti. Quattro Dsm nel meridione assistono oltre un milione di persone. Solo 112 Csm  sono aperti almeno 72 ore 6 giorni la settimana. In più in Italia sembra riemergere la logica dei manicomi. Circa l'80% degli ospedali psichiatrici ha le porte d'ingresso chiuse a chiave e Dell'Acqua lancia l'allarme: «Le persone rischiano di nuovo di essere rinchiuse dentro mura ancora più spesse di quelle del manicomio. Sono le mura costruite dal ritorno prepotente di una psichiatria che vede solo malattia, che fonda la sua credibilità sulla promessa della sicurezza e dell'ordine».

Noi pensiamo che: I matti sono quelli che i manicomi li ricreano. Voi che ne pensate?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

eva 79 mesi fa

ci sono ancora troppi pregiudizi pochi mezzi e per tutte le problematiche sociali che stiamo vivendo in italia mi sembra che questa realtà sia poco considerata sopratutto tenendo conto di quanto "costa" un malato mentale

ladygaia 79 mesi fa

Spesso ci si dimentica di chi soffre, e soprattttutttttto si cerca di non vedere perchè occhio non vede cuore non duole.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).