DAI PALAZZI11:07 - 17 febbraio 2010

Vladimir Luxuria rappresenta la Regione Puglia contro Checco Zalone alla Provincia

La trans più famosa d'Italia, Vladimir Luxuria, sarà alla Bit a rappresentare la Regione Puglia

di Greta Privitera
<p>Vladimir Luxuria rappresenta la Regione Puglia contro Checco
Zalone alla Provincia</p>
PHOTO KIKA PRESS

La trans più famosa d'Italia, Vladimir Luxuria, sarà alla Bit a rappresentare la Regione Puglia per conto del presidente uscente Nichi Vendola del centrosinistra. La vincitrice dell'Isola dei famosi 2009 è pronta per essere alla Borsa internazionale del Turismo da giovedì prossimo a Milano. E sarà quindi gomito a gomito con il comico Checco Zalone, rappresentante della provincia di Bari per il centrodestra. Per Luxuria è un doppia notizia: torna nel centrosinistra e con Vendola. Sì, perché solo la scorsa settimana sembrava propendere per il Pdl e il ministro delle Pari opportunità Mara Carfagna in particolare: «Con la Carfagna ho già collaborato. Se lei o un altro ministro mi chiedessero di lavorare a un progetto sui diritti civili, lo farei volentieri». Ma Vendola, in silenzio l'aveva già bloccata. Già perché mentre Luxuria dichiarava l'ormai distacco, con la sinistra stava eccome in contatto. Oltre che da Luxuria, Vendola, sempre alla Bit, si farà accompagnare anche da Ferzan Ozpetek. Il regista turco che proprio in Puglia ha girato il film Mine vaganti che arriverà nei cinema proprio a pochi giorni dalle elezioni regionali.

Noi pensiamo che: la Bit, più che una fiera del turismo, sembra una campagna elettorale.

Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
sama287 82 mesi fa

Com'è possibile che Vladimir abbia anche lontanamente pensato alla destra????????????

robertad 82 mesi fa

questo sì che potrebbe creare qualche problema a Nichi Vendola...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).