DALLA SOCIETA'15:24 - 21 febbraio 2010

L'anoressia viaggia su Internet

Sul web più di 30mila siti che inneggiano alla malattia

di Ferdinando Cotugno
<p>L'anoressia viaggia su Internet</p>

Gli esperti lanciano l'allarme: è boom di siti che inneggiano all'anoressia. Esistono da qualche anno, ma ora hanno raggiunto l'incredibile cifra di 30mila pagine Internet. Si tratta soprattutto di forum e blog sui quali scambiarsi consigli su come dimagrire, come ingannare i genitori, come diffondere il disturbo. Secondo gli psichiatri e gli psicoanalisti riuniti a Roma in un convegno sul tema, Internet è diventato ormai il principale strumento di diffusione della malattia. Secondo le stime più recenti di anoressia si ammalano soltanto in Italia 9mile persone ogni anno.

Noi pensiamo che: contro certi siti così nocivi per la salute è difficile non pensare di derogare anche la libertà di espressione.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Icy Stark 79 mesi fa

Concordo con Federica, il problema esisteva prima di internet, derogare la libertà di espressione (a parte la completa insensatezza di tale affermazione) non risolve il problema ma lo toglie dalla vista.

Federica 79 mesi fa

Falso e tendenzioso. Son0o malata di BED (binge eating disorder) da 15 anni. Grazie a internet ho conosciuto altre ragazze malate come me, ho trovato aiuto e sostegno. FINALMENTE NON ERO PIÚ SOLA. Sí, ci sono i siti che inneggiano all'anoressia, ma li devi proprio cercare... quindi non capisco come possano far ammalare. Se li cerchi il problema c'é giá. Documentatevi, qui si parla di salute, vita e morte di ragazzine. Forse non ve ne rendete conto. Federica

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).