Brasile: Dilma Roussef, la successora di Lula de Silva

E' una donna la successora del presidente brasiliano

di Angelo Sarasi
<p>Brasile: Dilma Roussef, la successora di Lula de Silva</p>
PHOTO GETTY IMAGES

La chiamano Dilminha. Un nomignolo dolce che poco si addice, però, alla candidata alla successione di Luiz Ignazio Lula da Silva alla presidenza del Brasile (le elezioni si svolgeranno ad ottobre), scelta ufficialmente durante il congresso del Partito dei Lavoratori.

Dilma Rousseff, 63 anni, è nota infatti per il suo carattere forte e determinato. Senza queste doti, non avrebbe resistito a tre anni di carcere duro nelle prigioni governative dopo essere stata catturata per la sua attivitàdi guerrigliera nelle file della Vanguarda Armada Revolucionária Palmares dove era confluita lasciando gli agi della casa del padre avvocato ed esule rumeno a Belo Horizonte.

«Mi spogliavano nuda, e picchiavano in un bagno pieno di escrementi, poi mi praticavano l'elettro-shock. Restai in carcere tre anni». Figurarsi se la turbano le accuse di essere "il cocco" del presidente Lula, di cui è capo di gabinetto dopo essere stata responsabile del dicastero dell'Energia. Economista qualificata, sta combattendo la battaglia contro il cancro che l'ha colpita due anni fa. I sondaggi ora la danno intorno al 27%, ma difficilmente perde.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).