DAL MONDO11:03 - 25 febbraio 2010

Il prete con la vocazione del cucito

Dagli Stati Uniti un parroco che fa il sarto

di Angelo Sarasi
<p>Il prete con la vocazione del cucito</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Come ogni grande stilista che si rispetti, presenta una collezione in primavera, una in estate e una in inverno. Veste sempre di nero, come Giorgio Armani. Ma si tratta di un clergyman. Padre Andrew Moore O'Connor, dopo essere rimasto folgorato sulla via del Guatemala dalla bellezza dei tessuti naturali lavorati dalla comunità indigena maya tzutujil,  ha deciso di aprire nella sua parrocchia della Sacra Famiglia, quartiere del Bronx a New York, un laboratorio tessile. E ha scoperto ben presto di possedere un talento nel disegnare abiti, insieme a giovani del quartiere che vivono situazioni di difficoltà. «I disegni dei nostri capi di abbigliamento si ispirano a motivi religiosi, ma soprattutto diamo molta attenzione ai colori e all'eleganza - spiega padre Brown -, tanto è  vero che molti stilisti importanti ce li hanno chiesti. E l'attrice Cameron Diaz ne ha indossato uno in un servizio fotografico apparso su Vogue».  La collezione "beni di coscienza" si può acquistare anche su Internet, cliccando su www.goodsofconscience.com. Perché Padre O'Connor è anche un imprenditore al passo coi tempi.

 

Noi pensiamo che: le vocazioni prima di tutto.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).