DALLA SOCIETA'14:31 - 26 febbraio 2010

Stati Uniti, boom della marijuana tra i pensionati

Dal 2002 al 2008 è raddoppiato il numero di over 50 che fuma cannabis

di Lavinia Farnese
<p><span>Stati Uniti, boom della marijuana tra i
pensionati</span></p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La vecchiaia porta con sé acciacchi e malumori. E i baby boomers Oltreoceano, negli anni '60 e '70 ragazzi che vivevano di pane e canne, oggi, da pensionati, riscoprono la marijuana come anti-depressivo. Una per tutti Florence Siegel, 68 anni, Miami: sulle melodie di Bach o Beethoven, ogni sera alle 21.30, si accende la sua pipa d'hashish. Il numero degli over 50 anni che negli Stati Uniti hanno ripreso a rollare cartine e a mettersi in tasca i filtri è salito. Raddoppiato, dal 2002 al 2008. I medici, sono preoccupati: perché è vero che un giro di canna può lenire dolori alle ossa, mal di schiena. Ma non fa bene al cuore. Altre controindicazioni, oltre quelle legali, però, non sembrano esserci: infatti, con l'età, gli occhi non si farebbero più così rossi come accadeva all'uscita di scuola, e non ci sarebbe neanche più bisogno di nasconderli dietro gli occhiali da sole.

Noi pensiamo che: presi dagli effetti stupefacenti, attenzione agli incidenti domestici. E al cuore.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).