DAL WEB11:38 - 01 marzo 2010

Sciopero degli immigrati, l'Italia si colora di giallo

Primo marzo 2010 sciopero degli immigrati

di Greta Privitera
<p>Sciopero degli immigrati, l'Italia si colora di giallo</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Oggi, i lavoratori stranieri in Italia, (ma anche in Francia, in Grecia e in Spagna), si fermano per 24 ore. E' la protesta organizzata dai comitati di Primo marzo 2010-Una giornata senza di noi. Cortei, sit-in e manifestazioni sono previste in tutto il Paese, dove gli immigrati si asterranno dal lavoro, e persino dagli acquisti, per fare capire come è stare 24 ore senza di loro. Non si tratta di uno sciopero in senso tecnico, in verità. «Ci sarà uno sciopero solo in alcune città come Trento, Trieste e Modena, dove le sigle sindacali hanno accolto questa richiesta che arrivava dal basso», spiega Stefania Ragusa, presidente del Comitato Primo marzo 2010 e giornalista, «per il resto i grandi sindacati a livello nazionale non ci hanno supportato, eppure nessuno ha mai pensato di indire uno sciopero etnico. Sarebbe bello che in Italia si tornasse a fare scioperi per tutti i diritti, non solo per quelli contrattuali. Vogliamo dare alla gente la possibilità di riflettere sull'importanza degli immigrati per la tenuta della società italiana. Quando saltano i diritti per qualcuno, è tutta la società che diventa più debole».

Il giallo è il colore che rappresenta questa iniziativa e i numeri, per ora, fanno ben sperare: 50 mila adesioni su Facebook, 60 comitati locali, e molte organizzazioni coinvolte (Amnesty, Arci, Acli, Legambiente, Emergency, Amref, Cobas, Fiom. Allo "sciopero degli immigrati" aderisce anche il Partito democratico, il Prc, Sinistra, ecologia e libertà e i Socialisti). Stefania Ragusa non fa pronostici ne stime, ma spera che questa giornata diventi un simbolo perché quei 5 milioni di stranieri sono ormai indispensabili.
Colf, badanti, operai provenienti da tutto il mondo, appenderanno ai balconi e alle finestre, dei palloncini, dei braccialetti e dei foulard gialli, che in tutta Italia saranno simbolo di questa iniziativa. Per saperne di più visitate il sito www.primomarzo2010.it

 

Noi pensiamo che: questa giornata dia la possibilità di capire il valore che hanno tutte quelle persone che curano i nostri nonni a Milano, i nostri bambini a Roma e raccolgono i pomodori a Sarno.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).