DAL WEB15:07 - 03 marzo 2010

A Bologna, Paraolimpiadi della scuola per capire la disabilità

Iniziano a Bologna le Paraolimpiadi

di Alessandra D'Angiò
<p>A Bologna, Paraolimpiadi della scuola per capire la
disabilità</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Una settimana di full immersion nel mondo dello sport e della disabilità per far capire ai ragazzi che tutte le difficoltà, anche quelle di natura fisica, sono superabili se si affrontano con forza e determinazione. Sono partite lunedì, e continueranno fino a venerdì, le Paraolimpiadi a scuola, l'iniziativa organizzata dal Comitato Italiano Paraolimpico di Bologna che coinvolge 55 studenti di terza e quarta superiore del liceo San Vincenzo de' Paoli.

Uno stage olimpico di cinque giorni, durante il quale i ragazzi dell'istituto affronteranno le diverse attività sportive in programma, mettendosi nei panni di un atleta disabile: con una mascherina sugli occhi, per esempio, potranno vivere una giornata da non vedenti e provare a correre una gara di atletica leggera, mentre altri compagni si sfideranno in una partita di basket, seduti su una sedia a rotelle.

Intanto, a nove giorni dalla partenza della decima edizione dei Giochi Paraolimpici Invernali, è tutto pronto, o quasi, per la delegazione italiana, che schiererà 35 atleti disabili in quattro discipline: sci alpino, sci nordico, ice sledge hockey (hockey su slittino) e curling. Portabandiera italiano, quest'anno, sarà Gianmaria Dal Maistro, sciatore non vedente giunto ormai alla sua quarta Paralimpiade, che a Vancouver scenderà in coppia con la sua guida, Tommaso Balasso.

Noi pensiamo che: questi si che sono atleti, insegnano cosa sia la determinazione e il coraggio


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).