DAL MONDO17:51 - 06 marzo 2010

Il genocidio femminile in Oriente

Politiche demografiche e aborti selettivi le principali cause

di Ferdinando Cotugno
<p>Il genocidio femminile in Oriente</p>

Due milioni di bambine ogni anno muoiono, uccise, abortite o di stenti. Lo scrive nella sua nuova storia di copertina l'Economist, che ha parlato di un numero destinato a crescere nei prossimi anni. Dal Dopoguerra a oggi le bambine uccise sono 200milioni. Un vero e proprio genocidio di genere, che sta dilagando soprattutto nei Paesi asiatici, a causa delle politiche sulle nascite controllate. In Cina, le famiglie vogliono soltanto eredi maschi. Da qui il ricorso sistematico all'aborto. Il rischio, per Pechino, è di trovarsi senza donne, in una sproporzione demografica dilagante.

Noi pensiamo che: certo, un Paese senza donne non ha futuro.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).