DAL WEB10:31 - 08 marzo 2010

8 marzo, la pubblicità del caffè fa infuriare le donne di Napoli

Dice: «Te la diamo gratis»

di Mariella Romano
<p>8 marzo, la pubblicità del caffè fa infuriare le donne di
Napoli</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

«Te la diamo gratis». Invito ammiccante e troppo piccante per le donne napoletane, che si sono ribellate al doppio senso sfruttato da un'azienda che produce caffè e fa pubblicità su manifesti pubblicitari 6X3 nelle strade di Napoli. Lo slogan recita: «Compri la macchina del caffè? Sei pazzo. Noi… te la diamo gratis». Ed è proprio quest'ultima affermazione, sparata a caratteri cubitali con una sorridente signorina a fare da testimonial, che ha fatto arrabbiare l'Unione donne italiane (Udi), che ha definito la pubblicità «scurrile».

«Si tratta», dice l'Udi «di una campagna che esprime e riassume la cultura combattuta dalla politica delle donne e dalle donne, quelle cosiddette cittadine comuni che continuamente ci segnalano la loro offesa. Napoli, dal mese di novembre, ha adottato una delibera che rende indisponibili gli spazi pubblici a simili scempi, perché offensivi e lesivi della dignità femminile e istituisce una commissione ad hoc». Così, anche in vista dell'8 marzo, l'Udi ha chiesto alla sindaca di Napoli, Rosa Russo di intervenire e fare rimuovere i cartelloni pubblicitari. Intanto, arriccia il naso anche Alessandra Mussolini, per cui «i manifesti affissi in questi giorni a Napoli, sono uno sfregio a tutte le donne».

Noi pensiamo che: Il rispetto per la donna comincia anche da una tazzina del caffè.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI