DAL MONDO13:07 - 09 marzo 2010

Pamela Anderson fa infuriare le femministe: troppo hard in uno spot australiano

Censurato, è cliccatissimo in rete

di Lavinia Farnese
<p>Pamela Anderson fa infuriare le femministe: troppo hard in uno
spot australiano</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Sala Riunioni. La manager Pamela Anderson in tailleur, coadiuvata dalla sua bella assistente Vanessa, impartisce lezioni di strategie di mercato ai suoi dipendenti. Uomini che ascoltano attenti: tutti, tranne uno. Che viene catturato dalle loro scollature, e si perde nel sogno: la mora e la bionda seminude si muovono maliziose e complici, tutte spruzzate da una schiuma bianca.
Questo spot, pensato e mandato in onda da una società internet australiana, ha fatto indignare le blogger femministe. Accusato di sessismo, è stato censurato, bandito per indecenza dalla televisione. Ma è acclamatissimo online, dov'è il più cliccato del momento.
Tanto rumore, l'ex bagnina di Baywatch, non lo provocava da quando a settembre scorso le bloccarono un altro spot. Quello girato per l'associazione animalista Peta. Qui, interpretava un'agente alla sicurezza ostinata, che al metal detector dell'aeroporto, non faceva sconti, e ammiccante denudava uomini e donne vestiti di pelliccia. Anche allora, la Cnn puntò il dito contro i contenuti. Troppo hard, da shock, per i bambini.

Noi pensiamo che: Pamela Anderson fa il proprio mestiere; le femministe sono troppo intransigenti; gli uomini abboccano sempre davanti a un gran seno. Con quali di queste tre affermazioni siete d'accordo?

 

Lo spot incriminato oggi per il balletto saffico di Pamela Anderson.

Lo spot incriminato lo scorso settembre per una Pamela Anderson agente di sicurezza troppo hot.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
orsetta 78 mesi fa

non sopporto la anderson perche è troppo gonfia,anche lo spotnon è piacevole per le donne,e'mortificante orsetta

wilma 78 mesi fa

ma sono simpatici! io sono una vecchia femminista e non mi sento per nulla offesa, anzi ritengo che siano decisamente graffianti! brava Pamela

itina 78 mesi fa

Personalmente penso che la censura non servi a nulla. Lo spot di Pamelona vestita d'agente ha il suo perchè! La Anderson si batte da anni a favore degli animali. Il focus dello spot non è l'ex bagnina in micro shorts (o per meglio dire culotte), ma sensibilizzare la gente affinchè queste mattanze sugli animali cessino. Le femministe si sentono offese? Ma parliamo di donne vero? Donne donne no? Suvvia. Sia in tv, che sui giornali campeggiano donne con le loro "virtù" in bella vista... Scommetto che il problema non è vedere le show girl (e affini) desnude, piuttosto quello di scoprire i propri mariti intenti ad ammirarle.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).