DAL MONDO14:13 - 10 marzo 2010

Stati Uniti: se la bambola è nera vale di meno

Le bambole di colore in america valgono di meno

di Angelo Sarasi
<p>Stati Uniti: se la bambola è nera vale di meno</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Il valore cambia a seconda del colore della pelle, anche per una bambola. Come hanno segnalato alcuni consumatori americani, nei reparti giocattoli di Wal Mart della Louisiana, la più importante catena di supermercati negli Stati Uniti, la ballerina Barbie bianca sarebbe venduta al doppio rispetto alla ballerina Theresa, la sua collega di danza dalla pelle scura. Esattamente 5,93 dollari contro 3. Eppure i due giocattoli, a parte la pelle, sono praticamente identici. «Stiamo abbassando i prezzi per liberarci del campionario invernale e fare posto a quello primaverile - ha spiegato la portavoce di Wal mart, Melissa O' Brien -, nessun intento discriminatorio, il costo talvolta resta più alto per la merce che si continua a vendere con maggiore frequenza. Il prezzo di partenza era identico. Con un valore inferiore speriamo di vendere più ballerine Theresa». Già un anno fa un caso simile aveva suscitato identico clamore. «Agli occhi dei bambini questi fatti apparentemente superficiali possono avere effetti psicologici impensabili - ribatte Thelma Dye, direttore del Northside Center for Child Development di Harlem -, e far loro pensare che avere la pelle nera significa valere un po'meno rispetto agli amichetti bianchi».

 

Noi pensiamo che: bambole come specchio della società?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).