DAL MONDO13:10 - 11 marzo 2010

Madrid, a sei anni dall'attentato alla stazione di Atocha

Così la città spagnola ricorda le 192 vittime

di Laura Cardia
<p>Madrid, a sei anni dall'attentato alla stazione di Atocha</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Madrid ricorda oggi le 192 vittime degli attentati della stazione di Atocha, avvenuto sei anni fa, l'11 marzo 2004. In programma ci sono numerosi atti ufficiali, il più importante dei quali è previsto oggi pomeriggio, alla Camera dei Deputati, dove per la prima volta si incontreranno i rappresentanti delle varie associazioni delle vittime del terrorismo per leggere insieme gli articoli della Dichiarazione dei Diritti Umani, in diretta televisiva; subito dopo ci sarà un piccolo concerto su musiche di Astor Piazzolla e il Presidente della Camera José Bono chiuderà l'atto con un breve discorso. I leaders delle associazioni si recheranno quindi alla Zarzuela per essere ricevuti da re Juan Carlos.

Il momento più emotivo è però la consegna dell'Archivio del Lutto alla Fondazione delle Ferrovie Spagnole. Il Consiglio Superiore degli Studi Scientifici spagnolo ha conservato e analizzato in questi sei anni le oltre 70mila testimonianze lasciate dai madrileni nei giorni successivi agli attentati: è davvero un archivio del lutto, che raccoglie 58.732 email, 6.432 documenti cartacei tra lettere, disegni, slogan, poesie, molte originali, altre di autori che vanno da Antonio Machado a Bruce Springsteen, 2482 fotografie, 495 oggetti. Sono testimonianze di solidarietà, di religiosità, di speranza.


Noi pensiamo che: in queste manifestazioni del dolore, i madrileni somigliano ai newyorkesi. Ci si stringe intorno alla bandiera. Per memoria e pace.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).