DAL MONDO11:30 - 16 marzo 2010

Martine Aubry, la donna che ha messo in ginocchio Sarkozy

E' lei la vera vincitrice in Francia

di Carla Bardelli
<p>Martine Aubry, la donna che ha messo in ginocchio Sarkozy</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Una Francia tutta rosa», aveva promesso Martine Aubry, nuova regina della politica francese, prima delle elezioni regionali che hanno visto trionfare la sinistra (20 regioni su 22 al primo turno) e ha messo così in ginocchio Nicolas Sarkozy, che, complice anche il forte astensionismo (al 55 per cento), si rimbocca le maniche per il secondo turno elettorale, nel ballottaggio di domenica 21 marzo. Arrivata ai comandi del Partito Socialista, dopo una rude battaglia all'ultimo voto con Segolene Royal, sconfitta alla presidenziale, la bruna sindachessa di Lille, sembrava non avere frecce al proprio arco. Vecchio volto (non liftato) della politica francese, la figlia del grande Jacques Delor veniva definita una «lumaca», per la lentezza con la quale avanzava nella melma di un partito allo sfascio. Un nuovo look e una nuova grinta l'hanno trasformata in una tigre, pronta ad azzannare senza sosta il suo rivale preferito Nicolas Sarkozy (il suo partito si è fermato al 27, 3% mentre i socialisti hanno toccato il 29,1%) e le hanno fatto guadagnare il titolo di «Merkelita». I paragoni con la cancelliera tedesca Angela Merkel si sprecano, le due donne hanno ormai in comune il consenso politico, ma anche una grande somiglianza per quanto riguarda lo style. Stessi tailleur pantaloni di marca sconosciuta, stesse camice di taglio anonimo, scarpe con tacco basso per non farsi gonfiare le gambe nelle lunghe giornate di militanza e anche per quanto riguarda la coiffure la differenza non é molta.

Noi pensiamo che: Sarkozy abbassa le orecchie al ruggito della tigre Aubry. Ma saprà difendersi?


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
agnese 34 78 mesi fa

condivido le iniziative politiche dell'Aubry e del partito socialista francese. Auspico che il popolo italiano nella sua maggioranza desideri fortemente un netto cambiamento della politica italiana drammaticamente scesa ad un livello intollerabile.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).