DALLA SOCIETA'09:11 - 23 marzo 2010

Michelle Hunziker, assolto il suo presunto molestatore

Si tratta del metronotte Silvano Nicolosi

di staff Style.it
<p>Michelle Hunziker, assolto il suo presunto molestatore</p>
PHOTO SPLASH NEWS

È stato assolto il metronotte Silvano Nicolosi, accusato di avere molestato Michelle Hunziker con telefonate giornaliere e ossessive sull'utenza privata della conduttrice di Striscia la notizia, da marzo ad aprile 2008. Nicolosi si era presentato una volta davanti alla casa della Hunziker. Lui si era difeso: Niente di morboso, volevo solo offrire i miei servizi professionali. Il Tribunale di Milano ha creduto alle sue parole e lo ha assolto. Per la Procura , non era un caso di stalking: quelli della guardia giurata non erano atti persecutori puniti fino a quattro anni di carcere, secondo la legge introdotta nel 2009.

Per la Hunziker è il terzo caso di persecuzione. In passato c'era stato Fabrizio Piga che l'aspettava lungo i corridoi Mediaset per agganciarla: lui è in attesa di perizia psichiatrica. E prima ancora Andrea Spinelli, già condannato a nove mesi di carcere e a diecimila euro di multa: nel 2008 aveva inviato alla redazione di Striscia una lettera con una lametta da barba con cui minacciava di deturpare il viso di Michelle.

Ma perché tante molestie proprio all'ex moglie di Eros Ramazzotti? Risponde l'avvocato e parlamentare del Pdl Giulia Bongiorno che, con la Hunziker, ha fondato Doppia difesa, associazione in aiuto delle vittime dello stalking: Michelle è sorridente e gentile. E questo spinge un certo tipo di soggetti a fare confusione.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

desidero avere informazioni su candidati da Voi presentati per le prossime elezioni regionali del Lazio. Ringrazio in anticipo e porgo i miei più cordiali saluti Maurizio Bonomi

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).