DAI PALAZZI13:16 - 25 marzo 2010

Piero Marrazzo pensa alle elezioni mentre la Procura individua un colpevole nello scandalo trans e coca

Mentre è indagato per omicidio chi lo ricattava per lo scandalo trans e coca

di staff Style.it
<p>Piero Marrazzo pensa alle elezioni mentre la Procura individua
un colpevole nello scandalo trans e coca</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Senza quel disastro avrei vinto di nuovo», sostiene Piero Marrazzo. A pochi giorni dalle elezioni dove si vota il nuovo presidente della Regione Lazio, con Renata Polverini (centrodestra) e Emma Bonino (centrosinistra) in gara, l'ex presidente del Lazio, quando dice «disastro», si riferisce allo scandalo trans, cocaina, foto e videoricatti  che l'aveva travolto nei mesi scorsi e portato alle dimissioni. Ora, proprio a quel disastro, si aggiunge un nuovo tassello: sarebbe stato individuato chi ha ucciso il pusher che tentò di vendere un video con Marrazzo a casa della trans Natalì in via Gradoli a Roma, il 3 luglio 2009. Un'inchiesta della Procura di Roma ha trovato il possibile omicida del pusher Rino Cafasso, trovato morto per overdose di cocaina purissima il 12 settembre 2009: si tratta del maresciallo Nicola Testini, uno dei quattro carabinieri della Compagnia Trionfale arrestati nell'ambito dell'inchiesta.  Testini è stato preso di mira da Jennifer, la trans fidanzata del pusher: «Quella sera io e Rino siamo andati a cercare un po' di cocaina. Ce l'ha data Testini il carabiniere. Io non l'avevo provata. Quando mi sono svegliata, Rino era morto».  A queste dichiarazioni erano seguiti mesi di indagini, di verifiche sui tabulati telefonici. Da qui, l'accusa al presunto omicida, Testini. E non è l'unica novità. Una settimana fa, interrogato in carcere, l'altro carabiniere Luciano Simeone ha ammesso di essere stato lui a girare il video per incastrare l'allora presidente Marrazzo. Tutta la storia, che ha visto morire asfissiata anche un'altra protagonista della vicenda, la trans Brenda, il 20 novembre 2009, non ha ancora colpevoli definiti. Le indagini continuano. Mentre Marrazzo pensa alle elezioni.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).