DALLA SOCIETA'14:39 - 25 marzo 2010

Stati Uniti, uomini sempre più molestati

Nel 2009 le denunce sono state il 16,4 % del totale, tre anni fa erano il 15,4%

di Ferdinando Cotugno
<p>Stati Uniti, uomini sempre più molestati</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Quando nel 1994 uscì il film Rivelazioni, gli assalti di Demi Moore ai danni del collega Michael Douglas fecero scalpore. Oggi, negli Stati Uniti i casi di molestie sessuali sul posto di lavoro ai danni di uomini non sono più una rarità e sono anzi in ascesa, anche se rappresentano comunque una minoranza rispetto a quelle che devono subire le donne.

Nel 2009 le denunce sono state il 16,4 % del totale. Tre anni fa erano il 15,4%.  Nello Utah arrivano a essere addirittura il 32,3%, un terzo del totale. Questi dati sono stati forniti la U.S. Equal Employment Opportunity Commission. Secondo il Wall Street Journal, una delle cause di questo aumento è la recessione. Più di 4 milioni di posti di lavoro andati in fumo in due anni, la posizione di tutti i lavoratori che è diventata più precaria e più soggetta ad abusi da parte dei superiori. E dove la crisi ha colpito di più, sono aumentate anche denunce per molestie.

Secondo Greg Grant, avvocato di Washington che segue questo genere di cause, «il numero dei casi è ancora sottostimato: persiste uno stigma, una vergogna sociale che frena le
denunce di molti uomini».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).