DAL MONDO10:40 - 14 aprile 2010

Caso Bertone, lo psicologo: «Nessun legame tra pedofilia e omosessualità»

Dopo le dichiarazioni del cardinale Bertone il parere di uno psichiatra

di Greta Privitera
<p>Caso Bertone, lo psicologo: «Nessun legame tra pedofilia e
omosessualità»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Parlando dal Cile, ieri, il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone ha pronunciato una frase che ha fatto insorgere le comunità gay. Dopo aver detto che non c'è alcun collegamento tra la pedofilia e il celibato a cui sono sottoposti i preti, ha sostenuto che questo tipo di patologia ha invece un legame con l'omosessualità. Ed è polemica: il governo francese parla di «accostamento inaccettabile». Una nota della Santa sede lo scusa: «Bertone si riferiva alla problematica degli abusi all'interno della Chiesa e non nella popolazione mondiale», dice.

Claudio Mencacci, intanto, psichiatra e direttore del Dipartimento di Salute Mentale del Fatebenefratelli di Milano, ci racconta il parere di un esperto in materia.

 

«Molti sociologi e molti psichiatri mi hanno detto recentemente, che c'è una relazione tra omosessualità e pedofilia», queste le parole esatte di Tarcisio Bertone. Dottor Mencacci, lei cosa ne pensa?

«C'è ancora molta ignoranza. Pedofilia e omosessualità non sono legate in nessun modo. L'omosessualità è uscita da oltre 20 anni dalle diagnosi psichiche ed è riconosciuta come una condizione fisiologica e naturale, non come una malattia. Mentre la pedofilia è un disturbo psichico».

 

C'è una "causa" alla pedofilia?

« È fondamentale ricordare che violenza e abusi generano abusi ed è questa catena che va spezzata. Molti uomini pedofili sono stati bambini che hanno subito violenze diventati poi carnefici».

 

Come si fa a far passare un messaggio giusto su questa vicenda?

«È importante che si mantenga un dialogo alto e che non si cada in dichiarazioni, tipo quelle del cardinale, che la scienza rifugge. Per me, come scienziato, è fondamentale diffondere messaggi reali, legati a studi scientifici provati, non moralismi superati e fuorvianti».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

PEDOFILIA ED OMOSESSUALITA' DUE MONDI A PARTE E' LA TEOLOGIA CATTOLICA CHE PREDISPONE ALLA PEDOFILIA Una stretta educazione cattolica predispone la psiche a subire abusi di pedofilia, come la teologia predispone a compierli. La stessa messa ne è intrisa, quando rievoca il sacrificio dell’innocente sull’altare, che per trasposizione si trasforma nel sacrificio del giovane in sagrestia. Stuprare un bambino diviene, per le menti malate da teologie di morte e da ritualismi sanguinari, un atto di purificazione, diviene la metafora della messa. Forse per questo le gerarchie proteggono i loro officianti? Al silenzio vaticano bisognerebbe rispondere come ha fatto il Senato Messicano che, nel caso di pederastia conclamata, attribuisce alla magistratura la facoltà di inabilitare i religiosi responsabili di gravi delitti contro l’infanzia. LA RELIGIONE CHE UCCIDE COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ http://alessiodibenedetto.jimdo.com/novita-2010/ www.macroedizioni.it/libri/la-religio

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).