DAL MONDO09:36 - 15 aprile 2010

Eruzione in Islanda, traffico aereo in tilt

Dopo la Gran Bretagna, anche Norvegia e Svezia hanno annunciato la chiusura dello spazio aereo

di staff Style.it
<p>Eruzione in Islanda, traffico aereo in tilt</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Traffico aereo internazionale in tilt per l'eruzione del vulcano Fimmvorduhals, in Islanda. Dopo la Gran Bretagna, anche Norvegia e Svezia hanno annunciato la chiusura quasi totale dello spazio aereo, giudicando troppo rischiosi i voli a causa delle nuvole di cenere emesse dal vulcano situato sul ghiacciaio Eyjafjallajokul.

Diversi aeroporti britannici sono chiusi da stamane e numerosi voli sono stati cancellati all'aeroporto londinese di Heathrow, primo scalo aereo mondiale in termini di passeggeri. Anche in Scozia sono stati chiusi tutti gli scali aerei. Ugualmente, le autorità di controllo del traffico aereo di Svezia e Norvegia, hanno annunciato la sospensione dei voli fin tanto che le nuvole di cenere sorvoleranno i cieli scandinavi.

Ieri, circa un migliaio di persone erano state evacuate in Islanda a titolo precauzionale. La prima eruzione del vulcano dal 1823 ha provocato anche diverse scosse telluriche nella regione e inondazioni che potrebbero aggravarsi con lo scioglimento del ghiacciaio Eyjafjallajokul. In rete la webcam sul vulcano.

LE NEWS DEL GIORNO


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).