DAL MONDO15:58 - 15 aprile 2010

Studente picchiato dai poliziotti, il video-shock

Sotto accusa la polizia dopo l'aggressione a John J. McKenna

di staff Style.it

La partita di basket è da poco terminata. Alcuni poliziotti avvicinano uno studente, lo spingono verso un muro e cominciano a picchiarlo selvaggiamente. Sono le scene del video diffuso dai legali di John J. McKenna, uno studente americano del College Park, nel Maryland, vittima di un'aggressione da parte di alcuni agenti di polizia. Le immagini, trasmesse dalle Tv americane, hanno provocato dure proteste sull'ennesimo caso di abuso di potere.

Due dei poliziotti coinvolti sono stati sospesi dal servizio, mentre l'Fbi ha aperto un'inchiesta per identificare gli altri agenti colpevoli del pestaggio. Secondo quanto si apprende, John McKenna, si sta ancora rimettendo dall'aggressione, dopo più di un mese dall'episodio.

A colpirlo in testa sarebbero stati in particolare tre agenti, che prima di portarlo al pronto soccorso l'hanno arrestato e tenuto per alcuni minuti nel loro furgone. La polizia si difende sostenendo che il giovane, al termine della partita di basket tra la squadra del Maryland e i Duke, avrebbe aggredito alcuni agenti in servizio. Nel verbale dell'arresto si afferma infatti che lo studente aveva «colpito gli agenti e i cavalli, causando loro ferite minori». Di quest'aggressione, però, non vi è alcuna testimonianza.

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).