DALL'ITALIA12:45 - 16 aprile 2010

Treviso, gigolò a vent'anni contro la crisi

Non trovavano lavoro, con i soldi si iscriveranno all'università

di Lavinia Farnese
<p>Treviso, gigolò a vent'anni contro la crisi</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

«Il biondo e il moro». Si fanno chiamare così. Sono due ragazzi che vivono a Treviso. Dopo il liceo, non trovando lavoro, i due ventenni hanno tappezzato la città con un annuncio scritto al pc: «Disponibili a tutto». E si sono messi a fare i gigolò. Adesso raccontano al Corriere del Veneto i loro incontri con le donne trevigiane: «Oltre il 60 per cento sono sposate, mediamente di 40 anni, signore che non diresti mai». Li vanno a prendere «col macchinone del marito» e poi «si tolgono la fede». Secondo loro, di lavoro ce n'è a palate: il passaparola si è spinto oltre la Marca, anche in terra veneziana, e i loro cellulari squillano in continuazione.

Solo un problema: da un po' devono combattere con una «concorrenza spietata», quella dei giovani stranieri che si concedono a «prezzi bassissimi». «I marocchini», raccontano ancora i due, «per venti euro offrono un servizio completo». Loro invece chiedono dai cinquanta ai cento. La guerra, infatti, si combatte sulle prestazioni: offrono dalla cena all'intera notte, comprese le "rinomate" doti amatorie italiane.
I soldi che riusciranno a mettere da parte dagli appuntamenti consumati nel loro piccolo appartamento condiviso, serviranno per iscriversi all'università e per pagare le rette e i libri.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO, DALLE ELEZIONI INGLESI ALLA GELOSIA CHE ACCECA


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
miki 63 mesi fa

vedi il mio sito www.ilgigolo.it oppure vai su google (gigolò treviso). ciao

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).