DAL MONDO10:01 - 18 aprile 2010

Nube dall'Islanda, dalle 7 riaprono gli aeroporti del Nord

Aeroporti chiusi, prese d'assalto le ferrovie

di staff VanityPeople
<p>Nube dall'Islanda, dalle 7 riaprono gli aeroporti del Nord</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Dalle 7 di stamani riaprirà completamente lo spazio aereo italiano dopo lo stop ai voli negli aeroporti del Nord, chiusi da sabato per le ceneri arrivata su tutta l'Europa dopo l'eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull di mercoledì sera. La decisione dell'Enac, l'ente che controlla i voli civili è arrivata dopo una giornata di caos con aeroporti e stazioni presi d'assalto.

Dopo un venerdì di caos in tutta Europa e un sabato e una domenica di passione anche in Italia, Alitalia fa sapere che dalle 8 tutti i collegamenti nazionali sono previsti regolari, sospesi per ora quelli con Londra, Amsterdam, Parigi e Bruxelles nell'attesa della riapertura dei rispettivi scali.

La nuve si sta spostando verso Nord Est, secondo la Ue da stamani dovrebbero essere operativi la metà dei voli previsti. In tutta Europa, dal 14 aprile sono stati cancellati 63 mila collegamenti. Lo stesso presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, che ha convocato un vertice di tutti i ministri dei Trasporti, ha definito la situazione «senza precedenti». A Malpensa (oltre 500 voli cancellati), Linate (oltre 200) e Fiumicino (oltre 500 verso il Nord, anche se lo scalo è rimasto aperto) centinaia di persone sono rimaste a dormire in aeroporto.

Caos e lunghe code anche nelle stazioni, soprattutto a Roma e a Milano. Trenitalia avverte che non ci sono posti liberi per l'estero fino al 23 aprile. Spaventano intanto le notizie che arrivano dall'Islanda: le eruzioni potrebbero continuare se, dopo il vulcano Eyjafjallajokull, toccherà, come è già successo in passato, al Monte Katla: questa eruzione potrebbe durare anche due anni.

Intanto dalla Germania arrivano polemiche contro lo stop aio voli: dopo Air Berlin, anche Lufthansa ha criticato la decisione dopo che dieci voli di prova nel cuore della nube di cenere non hanno riscontrato alcun problema. Secondo la compagnia tedesca, «il blocco dei voli è stato deciso solo in base alla simulazione dei computer».

Per informazioni, l'Enac ha il Numero Verde 800 898121 e il sito www.enac-italia.it. L'ente ricorda che, quando un volo viene cancellato, la compagnia aerea «deve offrire al cliente la scelta tra il rimborso del prezzo del biglietto e l'imbarco su un volo alternativo, il prima possibile o in una data successiva più conveniente per il passeggero». Per l'Alitalia: www.alitalia.it o il numero 800.650055, per le ferrovie: www.trenitalia.it o  199892021. Federconsumatori (www.federconsumatori.it, 06.42020755) e Adusbef (www.adusbef.it, 06.4818632) offrono assistenza.

Il quotidiano economico Il Sole 24 Ore ha fatto una stima dei danni. Turismo: in Italia,10 milioni di euro al giorno. Alimentari: 12 milioni al giorno per il Nord Italia (con un prevedibile aumenti dei prezzi dei generi alimentari al mercato). Compagnie aeree: 150 milioni per quelle europee. Totale danni per l'Europa: 620 milioni di euro al giorno, l'1,5% del Pil giornaliero.

VAI ALLA GALLERY PER LE IMMAGINI DELLA NUBE


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).