DAL MONDO11:33 - 20 aprile 2010

Il cervello del gatto è più veloce del computer. E si studia per un chip

La ricerca dell'Università del Michigan

di Lavinia Farnese
<p>Il cervello del gatto è più veloce del computer. E si studia per
un chip</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un gatto elabora le informazioni 100 volte più velocemente di uno di quei supercomputer capaci di simulare un miliardo di neuroni.
Ad esempio: un felino è in grado di riconoscere un volto umano in meno di un secondo, 83 volte più velocemente di un pc. Per questo, l'Università del Michigan ha scelto di prendere a modello proprio il cervello dei mici per realizzare un dispositivo che simuli i suoi stessi meccanismi cerebrali.
Si chiamerà memristor, e sarà una nuova generazione di microchip, alla base dei computer del futuro. «Quello che stiamo facendo», spiega Wei Lu, che coordina lo studio pubblicato sulla rivista Nano Letters, «è costruire un computer come la natura costruisce i cervelli: quello del gatto è un obiettivo realistico, perché strutturato in modo molto più semplice rispetto a quello umano e al tempo stesso dotato di capacità eccezionali».
Infatti, se un computer tradizionale lavora in maniera lineare, un cervello vero, quello dei felini su tutti, lavora "in parallelo", è multitasking, sa cioè compiere più operazioni allo stesso tempo. L'obiettivo è ottenere una macchina della grandezza di un micio, e capace delle stesse doti straordinarie.


Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
PATRIZIA 77 mesi fa

CONDIVIDO IL MESSAGGIO DI MARIA ROSA SPERIAMO CHE QUESTO ESPERIMENTO NON SI AGGIUNGA ALLE TORTURE CHE LA RICERCA ATTUA SU DEI POVERI E INDIFESI ANIMALI...

maria rosa 77 mesi fa

Voglio sperare che i mici non siano sottoposti a torture per raggiungere quest'obbiettivo!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).