DALLA SOCIETA'15:56 - 20 aprile 2010

Quanto è vicino il Principe azzurro

Da dodici anni cura la Posta del cuore. Massimo Gramellini pubblica ora un libro sull'amore

di staff Style.it
<p>Quanto è vicino il Principe azzurro</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Da dodici anni cura, per La Stampa, la Posta del cuore. Un osservatorio sull'amore che Massimo Gramellini ora ha trasformato in un libro, L'ultima riga delle favole (Longanesi). Per spiegare, a chi è solo, che il cavaliere e la Bella addormentata sono la stessa persona. Che i sentimenti sono più importanti delle emozioni.  


Qual è il primo passo per amarsi e un giorno, si spera, anche farsi amare?
«Perdonare, e perdonarsi. Ho perso mia mamma a nove anni, e questa cosa ha segnato la mia vita. Fino a sedici anni non l'ho raccontato a nessuno perché me ne vergognavo e non volevo essere compatito. Quando gli amici venivano a casa mia, nascondevo la sua foto in un cassetto. Ho accettato questo fatto non tanto tempo fa, e attraverso la Posta del cuore. Mi scrisse un uomo a cui era da poco morta la madre. Gli risposi di getto, raccontando, a lui ma anche a tutti i lettori, la mia storia. È stato quello il momento in cui ho perdonato mia madre per avermi lasciato».

 

Come si fa a conciliare amore e passione sul lungo periodo?
«Credo che il segreto sia mantenere il proprio desiderio sessuale su quella persona. Anni fa, stomacato dai problemi d'amore, invitai attraverso la Posta del cuore le coppie felici a scrivermi. Le lettere che ho ricevuto raccontavano storie diverse, ma erano accomunate dal forte appagamento sessuale. Raggiunto anche sapendosi mettere in gioco, come mi scrisse una professoressa cinquantenne che per il compleanno aveva ricevuto dal marito un paio di stivali di vernice a mezza coscia che avevano cambiato la loro intesa».

 

Uomini e donne parlano la stessa lingua in amore?
«No. E le parole confondono, perché quello che conta sono i gesti. Non importa quello che ti ha detto, messaggiato, chattato. Che cosa ha fatto?».

 

L'intervista completa sul n.16/2010 di Vanity Fair in edicola da mercoledì 21 aprile.


Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).