DAI PALAZZI09:38 - 20 aprile 2010

Si torna a volare. In arrivo una nuova nube?

Si riaprono i cieli europei, dopo 5 giorni di caos. A partire dalle 8 di questa mattina è ripreso il traffico aereo nel Nord Italia.

di staff Style.it
<p>Si torna a volare. In arrivo una nuova nube?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La Gran Bretagna è in ansia per una nuova nuvola proveniente dall'Islanda, dove il vulcano Eyajafjallajokull non ha ancora smesso di liberare gas e polveri. La nube si starebbe dirigendo verso sud est in direzione proprio della penisola inglese, ma la situazione in Europa e in Italia sta tornando verso la normalitá. L'Agenzia di coordinamento della navigazione aerea europea, che ha sede a  Bruxelles, ha fatto sapere questa mattina che sono stati effettuati 10 mila dei 27.500 previsti in un normale martedì sui cieli europei.

In Italia il 60% dei voli nel nostro paese sono partiti e arrivati a destinazione ed entro sera la percentuale dovrebbe aumentare. A Milano Linate sono partiti e atterrati rispettivamente 17 e 16 voli, a Malpensa il ritorno alla normalità appare invece più lento. In tutto il continente il 75% degli scali aerei ha riaperto, eccezion fatta per la Danimarca che riapre domani, in Francia il 30% dei voli è partito. In Germania il 60% degli aerei parte regolarmente, con miglioramento della percentuale prevista nel tardo pomeriggio.

All'aeroporto JFK di New York, molti passeggeri hanno trascorso la notte sulle brandine per il blocco dei trasferimenti verso l'Europa, ma adesso sono partiti i primi voli. Molti viaggiatori, pur di tornando a casa, stanno ricorrendo all'autostop collettiva con le auto a noleggio, anche se ora sono quasi tutte esaurite, mentre in Inghilterra il premier uscente Gordon Brown ha messo a disposizione la flotta della Royal Navy per far rientrare i passeggeri dalla Francia.

Per un vero ritorno alla normalità bisognerà aspettare giovedì mattina, secondo il calendario deciso ieri sera dalla Ue, salvo problemi dovuti alla ripresa dell'attività vulcanica. Cosa molto probabile, tra l'altro: «L'eruzione  in Islanda si è rafforzata e una nuova nuvola di cenere si dirige verso sud e est in direzione del Regno Unito», ha fatto sapere il British National Air Traffic Service.

A 5 giorni dalla prima eruzione la nuvola di cenere è scesa da 10 mila metri di quota a 3 mila e si è allargata sotto la spinta del vento. Anche se molto rarefatta, oggi potrebbe arrivare a coprire quasi tutta l'Italia.

Già nella mattinata di ieri, secondo i vulcanologi, la nube  ha lambito la Toscana e, nella nottata, è arrivata fino alla  Sicilia occidentale. Dovrebbe restare libera l'Italia nordorientale. Si è rivelata falsa, invece, la notizia dell'eruzione di un secondo vulcano islandese, Hekla, che aveva gettato nello scompiglio i media di tutta Europa.

 

> Vulcano, accordo Ue per la ripresa dei voli

>Atterraggio di emergenza in Norvegia, forse colpa della nube

> Tutte le foto del vulcano islandese e della cenere nei cieli

> Tutte le foto del caos negli aeroporti

Tutte le notizie sul Vulcano



Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).