DALL'ITALIA10:08 - 21 aprile 2010

Vicenza, tentata estorsione ai danni di frequentatori di chat erotiche

Una coppia di Vicenza arrestate per estorsione tramite chat erotiche

di Greta Privitera
<p>Vicenza, tentata estorsione ai danni di frequentatori di chat
erotiche</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Con un sintetizzatore vocale cambiavano le loro voci in quelle di una ragazzina, così contattavano le potenziali vittime. È successo a Vicenza, la squadra mobile della Questura, ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di una coppia accusata di tentata estorsione aggravata ai danni dei frequentatori delle chat-line erotiche. Numerose sono state le intercettazioni telefoniche che hanno portato all'arresto di Antonio Bevilacqua, 39 anni, di Potenza e della sua compagna Barbara Tonello, 42 anni, di Padova. 

Secondo l'accusa, i due avevano escogitato un sistema per spillare soldi ai frequentatori delle chat-line erotiche: Bevilacqua avrebbe finto di essere una ragazzina, se dall'altra parte arrivava una risposta positiva, l'uomo si presentava poco dopo come il padre della giovane, minacciando denunce per chi aveva accettato la proposta indecente se non avesse sborsato ingenti somme di denaro. In un caso, di fronte al rifiuto di subire l'estorsione, la coppia aveva chiesto i soldi alla persona che aiutava la madre anziana e inferma della vittima.

> LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO, DALL'IMMIGRAZIONE ALLA GIORNALISTA CHE MOLESTA UN PRETE


Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).