DALL'ITALIA16:22 - 23 aprile 2010

Lega, test d'italiano per gli extracomunitari che vogliono aprire un negozio

Una proposta della Lega Nord

di Greta Privitera
<p>Lega, test d'italiano per gli extracomunitari che vogliono
aprire un negozio</p>

Gli extracomunitari che vogliono aprire un negozio dovranno prima aver superato un esame di italiano. Questa l'idea della Lega Nord:  «Le regioni», si legge nella proposta a firma della deputata leghista Silvana Comaroli «possono stabilire che l'autorizzazione all'esercizio dell'attività di commercio al dettaglio sia soggetta alla presentazione da parte del richiedente qualora sia un cittadino extracomunitario di un certificato attestante il superamento dell'esame di base della lingua italiana rilasciato da appositi enti accreditati».

L'emendamento prevede anche lo stop alle insegne multietniche e sprona invece l'utilizzo del dialetto locale. «La Lega vuole un esame d'italiano per gli stranieri che intendono aprire un negozio? A sentire molti degli esponenti del Carroccio che vanno in tv, in primo luogo i sindaci, un corso d'italiano con relativo esame sarebbe utile proprio per tanti leghisti»,  ha ribattuto il senatore del Pd, Roberto Di Giovan Paolo, segretario della commissione Affari Europei.

LEGGI LE ALTRE NEWS DAI BABY CRIMINALI ALLA MALASANITA'

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
dania 80 mesi fa

Ma che belle idee, quelle dei leghisti! Un corso d'italiano per gli extracomunitari che intendono aprire un 'attività commerciale al dettaglio. Un corso di dialetto per le professoresse che, a scuola, devono insegnare l'Italiano. Ma che belle idee... Complimenti! dania

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).