DALL'ITALIA09:55 - 23 aprile 2010

Malasanità, a Napoli muore bambina di 4 anni

Nigeriana, operata per un'ernia ombelicale

di Lavinia Farnese
<p>Malasanità, a Napoli muore bambina di 4 anni</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

L'hanno portata in sala operatoria per un'ernia ombelicale, e dopo una banale anestesia locale non si è più risvegliata. Aveva quattro anni Ayo, bambina nigeriana, e doveva essere un intervento da poco, quello per cui era stata ricoverata al Nuovo Policlinico dell'Università Federico II di Napoli. E invece non l'ha superato.

I medici, non si sono accorti di nulla. A preoccuparsi per primo dopo l'operazione è stato il padre, Mobo Okesola, assieme alla coppia di coniugi di Aversa che da tre anni si prendeva cura della piccola, da quando la mamma era morta per un tumore.

Qualcosa non andava: la ragazzina tardava a riprendersi, respirava a fatica. Continuava a dormire. «Abbiamo allertato più volte il personale infermieristico», racconta il papà affidatario, Anselmo Balestrieri: «Ci hanno detto di tranquillizzarci». Dopo un'ora era morta.

Anche per questa superficialità, i familiari della bambina hanno esposto denuncia: «Vogliamo chiarezza», dicono. «È assurdo, nel 2010, morire a quattro anni per un intervento che dura venti minuti».

«Non so che dirle», ha risposto il medico alla madre adottiva che disperata chiedeva spiegazioni.

La magistratura, intanto, ha sequestrato la cartella clinica e il corpo della bambina. Proverà a fare luce su quanto successo in quella sala operatoria.

LEGGI LE ALTRE NEWS DAI BABY CRIMINALI ALLA THAILANDIA


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).