DALL'ITALIA17:05 - 26 aprile 2010

Nuovo codice della strada, tolleranza zero sull'alcol per i neo patentati

Il testo in dirittura d'arrivo dopo l'accelerazione del ministro Matteoli

di staff Style.it
<p>Nuovo codice della strada, tolleranza zero sull'alcol per i neo
patentati</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Norme più severe per l'alcol e per ciclisti e motociclisti. È quanto prevede il nuovo codice della strada, in dirittura d'arrivo dopo che il ministro dei trasporti Altero Matteoli ha minacciato il ricorso al decreto in casa di mancata accelerazione sui tempi dell'approvazione.

Nel nuovo codice è già stato approvato il provvedimento di tolleranza zero sugli alcolici per i neo patentati: chi ha l'autorizzazione a guidare da meno di tre anni non potrà bere neppure «un goccetto». In compenso, si abbassa l'età per prendere il foglio rosa, che scende a 17 anni, e si introduce la possibilità di guidare, prima ancora di avere la patente, purché accompagnati da una persona che abbia almeno dieci anni di esperienza alla guida.

Il casco diventa obbligatorio per i ciclisti e per le minicar si dovrà allacciare la cintura di sicurezza. Stretta anche per gli enti: in caso di contravvenzioni, le sanzioni dovranno essere notificate agli automobilisti entro 60 giorni e non più 150 come in precedenza.

Resta ancora incerto l'aumento del limite di velocità, che nel provvedimento ancora da approvare dovrebbe passare da 130 a 150 chilometri orari sulle autostrade. Tra le norme ancora al vaglio della commissione, c'è anche lo sconto per i «buoni pagatori»: chi salda una multa entro 10 giorni dalla sanzione avrà diritto ad uno sconto fino al 30 per cento.

È ancora oggetto di discussione, infine, il provvedimento che introduce l'obbligo di indossare paraschiena (simili a quelli usati nelle gare del Motomondiale) per i motociclisti, e quello di far installare strumenti per la misurazione del tasso alcolico nei locali più frequentati dai giovani.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
paolo gpm 76 mesi fa

E' così che ridurremo del 50% il numero di morti sulle strade in Italia? E' la comunità Europea che lo prevede entro il 2010, ma invece di fare prevenzione, in Italia, si punta a diminuire l'età dei neopatentati ed aumentare i limiti di velocità. Qual'è la priorità che detta queste scelte scellerate.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).