DAL MONDO09:26 - 26 aprile 2010

Steve Jobs alla disperata ricerca di un fegato nuovo

Nel 2009 Steve Jobs è stato sottoposto a un trapianto di fegato

di Greta Privitera
<p>Steve Jobs alla disperata ricerca di un fegato nuovo</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Era il 2009 quando Steve Jobs, il fondatore della Apple, ha iniziato la sua rocambolesca corsa contro il tempo alla ricerca di un fegato nuovo. Già reduce da un tumore maligno al pancreas, Jobs rischiava di morire se non si fosse immediatamente sottoposto ad un trapianto. Ma l'impresa si rivelò difficilissima. Insieme a lui, altri 3.400 californiani erano in lista d'attesa. Di questi, soltanto 671 sono riusciti nel loro intento. E 400 sono morti. Tra gennaio e marzo del 2009, Jobs si è imbarcato in un disperato tour de force, precluso ai comuni mortali. Con il suo jet privato ha attraversato in lungo e in largo gli Stati Uniti, sborsando cifre da capogiro a medici ed ospedali per iscriversi al più alto numero possibile di liste di attesa. I dettagli inediti della drammatica odissea privata vissuta dal padre di Apple emergono per la prima volta in un lungo articolo appena pubblicato dalla rivista americana Forbes. C'è una pratica, nota in America come multiple-listing, che permette ai malati molto ricchi di aumentare le proprie chance di ricevere un trapianto in un paese dove i donatori sono assai meno dei beneficiari e, nell'assegnare un organo, gli ospedali danno la precedenza alle proprie liste d'attesa «statali», prima di consultare il registro nazionale. In ognuno di questi ospedali, Jobs è stato costretto a ripetere ex novo l'estenuante e costosissima batteria di test, consulti e check-up. Un'opzione proibita all'americano medio visto che le polizze assicurative rimborsano, al massimo, una sola immatricolazione. All'inizio di marzo, finalmente, arriva il miracolo. Uno degli ospedali dove Jobs si è iscritto, il Methodist University Hospital di Memphis, in Tennessee, ha un fegato per lui: appartiene a un ragazzo di vent'anni, deceduto in un incidente stradale.

LEGGI LE NEWS DAL CASO CLAPS AL DISASTRO ECOLOGICO


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Andrea 49 mesi fa

Steve ti voglio bene...mi manchi

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).