DALL'ITALIA13:13 - 26 aprile 2010

Strage di Mantova, Bianchera: «Ero stressato»

L'autotrasportatore ha ucciso tre persone, tra cui l'ex moglie

di Lavinia Farnese
<p>Strage di Mantova, Bianchera: «Ero stressato»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

«Non mi sono drogato, sono pulito, possono farmi qualsiasi tipo di analisi. Ero solo stressato». Così Omar Bianchera, l'autotrasportatore mantovano che ha ucciso tre persone tra cui l'ex moglie Daniela Gardoni e una vicina, racconta nel carcere di Brescia dov'è rinchiuso i motivi della strage che ha compiuto.

Una strage annunciata. Almeno a quanto dice il vicino della ex moglie. «Ho sentito gli spari mentre ero in casa con mia moglie, sono sceso e ho visto tutto e mi sono detto: "Non è possibile". Me lo diceva sempre, voglio ucciderla, ma non pensavo che l'avrebbe fatto davvero», ha raccontato al Corriere della Sera. Anche un amico dell'autotrasportatore che lavorava con lui sui camion ha dichiarato: «Erano anni che martirizzava quella poveraccia della moglie».

L'uomo, che non ha precedenti penali e viene descritto come un signore solitario e taciturno, in fuga aveva telefonato alla madre per dirle: «Ho fatto un macello».
Nella sua auto,
aveva due pistole e un fucile, oltre a un centinaio di munizioni, coperte dal suo regolare porto d'armi per caccia sportiva.


Secondo le indagini, sembra che qualche giorno fa l'ex moglie avesse vinto una causa giudiziaria che gli imponeva di saldare un debito di alcune decine di migliaia di euro. E sembra che lui non li avesse.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).