DAL MONDO15:30 - 04 maggio 2010

New York, il pachistano arrestato confessa

Si tratta di un pakistano naturalizzato americano

di staff Style.it
<p>New York, il pachistano arrestato confessa</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Shahzad Faisal, il pachistano, naturalizzato americano, arrestato stamane nelle indagini sul fallito attentato di sabato a Times Square, avrebbe confessato, aggiungendo di aver agito da solo. Il sospettato avrebbe anche detto di non essere legato a gruppi estremisti stranieri.

Ha 30 anni ed è sospettato di avere comprato l'autobomba, il Nissan Pathfinder del 1993 carico di esplosivo e parcheggiato vicino ai teatri di Broadway. Secondo il sito Drudge Report, il pachistano è stato identificato lunedì notte all'aeroporto JFK di New York e fermato mentre stava cercando di imbarcarsi per Dubai. L'uomo avrebbe trascorso in Pakistan parecchi mesi e tra le prove a suo carico ci sarebbero intercettazioni di telefonate internazionali.

Shahzad Faisal sarebbe l'uomo che appare in un breve filmato, girato da un turista della Pennsylvania, in cui si vede che corre verso nord sulla Broadway.

Il ministro della Giustizia degli Stati Uniti, Eric Holder, in una conferenza stampa in diretta sulla Cnn, ha detto che «è chiaro che l'intento di questo atto terroristico era quello di uccidere cittadini americani». «Ora le indagini vanno avanti», ha aggiunto il ministro, «le forze di polizia e di sicurezza continuano a seguire diverse piste».

Secondo fonti della Casa Bianca il piano per il fallito attentato che sabato ha provocato l'evacuazione della piazza nel cuore di Manhattan avrebbe complesse ramificazioni internazionali.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).