DALL'ITALIA11:21 - 05 maggio 2010

Calci e pugni su Youtube: 5 ragazzi indagati per bullismo

La vittima è uno studente casertano di 15 anni, i carnefici cinque studenti di un istituto tecnico professionale di Alife, comune dell'alto casertano, accusati di gravi atti di bullismo ai danni del compagno di scuola.

di Greta Privitera
<p>Calci e pugni su Youtube: 5 ragazzi indagati per bullismo</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Si vedono schiaffi, calci, pugni e minacce nel filmato finito su Youtube. La vittima è uno studente casertano di 15 anni, i carnefici cinque studenti di un istituto tecnico professionale di Alife, comune dell'alto casertano, accusati di gravi atti di bullismo ai danni del compagno di scuola. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi dal Tribunale dei Minorenni di Napoli, a conclusione di indagini dei carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese.

I militari hanno accertato, attraverso testimonianze e attività investigative anche di natura tecnica, che il quindicenne, studente dello stesso Istituto, è stato in più occasioni oggetto di intimidazioni, molestie, minacce e percosse. In una circostanza il giovane è stato colpito al viso con la punta di un ombrello e ha rischiato di perdere la funzionalità dell'occhio destro.

Alcune aggressioni sono state registrate con un telefonino cellulare e i filmati inseriti su Youtube, e, successivamente, eliminati dai carabinieri. L'informativa di reato che ha portato ai provvedimenti emessi dal Tribunale dei minorenni di Napoli, fu presentata dai carabinieri nello scorso mese di dicembre, a seguito della denuncia sporta dai genitori del ragazzo, che, a seguito dei gravi episodi di cui è rimasto vittima, ha deciso di abbandonare gli studi. Ora si trova in cura per un grave stato depressivo.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).