DAL MONDO10:17 - 05 maggio 2010

Olanda, falso allarme bomba: fugge anche la regina

E' bastato un grido lanciato da un uomo tra la folla durante una cerimonia pubblica ad Amsterdam a causare una trentina di feriti e la fuga precipitosa della regina Beatrice.

di Greta Privitera
<p>Olanda, falso allarme bomba: fugge anche la regina</p>
PHOTO GETTY IMAGES

La psicosi terrorismo ha colpito anche l'Olanda: è bastato un grido lanciato da un uomo tra la folla durante una cerimonia pubblica ad Amsterdam a causare, per la calca, una trentina di feriti e la fuga precipitosa della regina Beatrice.

Il fuggi-fuggi di migliaia di persone è stato innescato da un uomo il cui atteggiamento e aspetto aveva fatto pensare a un imminente attentato kamikaze. «Un grido lunghissimo», ha spiegato il capo della polizia, Bernard Welten, è stato lanciato da «un uomo che aveva l'aria di un ebreo ortodosso», e che ha «alzato le mani». Per reazione, diverse persone hanno urlato: «Una bomba, una bomba, fuggiamo», ha raccontato ancora Welten riferendo che l'uomo, di 39 anni, noto alle forze dell'ordine tra l'altro per furto e spaccio di droga, è comunque stato arrestato.

Alla cerimonia stava assistendo, tra le altre autorità e componenti della famiglia reale, anche la regina Beatrice la quale è stata fatta allontanare di fretta da forze di sicurezza. Nell'aprile dell'anno scorso, vi era stato un fallito attentato contro la famiglia reale in occasione della Festa della regina, ad Apeldoorn, sette persone erano rimaste uccise da un'auto lanciata sulla folla mancando di poco un bus su cui viaggiavano i reali d'Olanda.

Dopo l'ondata di panico la cerimonia è ripresa alla presenza della stessa regina.

 

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).