DAL MONDO13:30 - 11 maggio 2010

Resta un mistero l'asceta che non beve acqua da 75 anni

Non mangia e non beve da anni e gli scienziati non capiscono come sia possibile

di Angelo Sarasi
<p>Resta un mistero l'asceta che non beve acqua da 75 anni</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Resta ancora un mistero irrisolto per i 30 scienziati e medici che lo stanno studiando all'ospedale di Ahmedabad il caso di Prahlad Jani, l'asceta indiano di 83 anni che sostiene di non avere bevuto né mangiato dall'età di 8 anni, e di esserci riuscito attraverso la pratica dello yoga e l'energia del sole.

La scienza non ritiene possibile che una persona possa sopravvivere più di 40 giorni, nei casi estremi anche 70, senza ingerire bevande, per questo gli scienziati sospettano che l'ottuagenario, conosciuto in India con l'appellativo di Mataji, stia mentendo, e hanno deciso, sotto l'egida dell'Organizzazione della ricerca e dello sviluppo del Ministero della Difesa, di filmare l'asceta 24 ore su 24 per due settimane, restando perplessi quando si sono accorti che effettivamente, in questo periodo di tempo, non ha bevuto nemmeno un goccio di acqua e ingerito pane. E non ha mai dovuto andare in bagno.

«È inspiegabile come possa sopravvivere così - ha dichiarato Sudhir Shah, il neurologo responsabile dell'équipe -, anche se è improbabile per noi che non abbia mangiato per quasi tutta la vita come sostiene, indubbiamente è dotato di capacità di resistenza psicologiche fuori dalla norma».

Si aspetta ora di valutare gli esami del sangue, dell'attività cardiologica e delle stimolazioni imposte al cervello per avere elementi maggiori utili al fine di risolvere questo mistero apparentemente insondabile da parte della moderna medicina. Il santone sostiene di essere stato benedetto da una dea quando era piccolo.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).