DAL MONDO18:09 - 12 maggio 2010

Obama: una tassa per la sicurezza ambientale

Il presidente Usa: una tassa supplementare a carico delle compagnie petrolifere per gli interventi in caso di disastri

di staff Style.it
<p>Obama: una tassa per la sicurezza ambientale</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Una tassa di un centesimo di dollaro a barile a carico delle compagnie petrolifere per finanziare la sicurezza. Lo ha proposto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, spiegando che i fondi supplementari raccolti con la nuova tassa, stimati in 118 milioni di dollari l'anno, andranno in un fondo destinato a un programma per finanziare la lotta ai rischi di incidenti come nel caso della piattaforma della British petroleum in Louisiana. Così l'amministrazione Obama intende aumentare le risorse messe a disposizione per arginare l'emergenza ambientale causata dalla perdita di petrolio nel Golfo del Messico.

In un disegno di legge, presentato al Congresso tre settimane dopo l'esplosione della piattaforma petrolifera al largo delle coste degli Stati Uniti, il governo propone che la tassa per sostenere il fondo di responsabilità per danni ambientali sia portato da otto a nove centesimi al barile.


Il fondo è attualmente utilizzato per finanziare la pulitura e la protezione delle coste minacciate dalla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico. La tassa proposta aumenterebbe a 10 centesimi nel 2017.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).