DALL'ITALIA19:05 - 13 maggio 2010

Marijuana come farmaco: la prima consegna in Italia

La Asl dell'Aquila ha consegnato 270 grammi di Marijuana a Marco Di Paolo

di Greta Privitera
<p>Marijuana come farmaco: la prima consegna in Italia</p>

L'Asl dell'Aquila ha consegnato 270 grammi di marijuana a Marco Di Paolo, 42 anni, ex poliziotto e malato di sclerosi multipla. In applicazione di una sentenza del Tribunale di Avezzano, la prima di questo genere in Italia, che autorizza la fornitura gratuita della sostanza a scopo terapeutico.

La richiesta era stata presentata sette mesi fa e  accolta nel febbraio scorso. Questa mattina, Di Paolo ha ricevuto la prima fornitura che gli consentirà di curarsi per i prossimi tre mesi.

«È una vittoria di tutte le persone che soffrono come me e che sono costrette, per inspiegabili posizioni ideologiche e politiche a fare a meno di un medicinale che si è dimostrato, anche scientificamente, essere molto più efficace e conveniente dei farmaci attualmente in commercio in Italia», sostiene l'avvocato Bartolo De Vita, che aggiunge: «La revisione del piano sanitario può essere l'occasione per riorganizzare il sistema di assistenza, prevedendo anche la possibilità di produrre in Italia la marijuana necessaria alle cure dei pazienti colpiti da Sla, sclerosi multipla, ictus».

La cura di marijuana costa circa 12 mila euro all'anno a paziente. Il costo si ridurrebbe a 5 mila euro se la marijuana venisse prodotta in Italia.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Roberto 76 mesi fa

E assurdo come per convenienza di multinazionali e l' egoismo di pochi si possa imporre al mondo di bandire una pianta dalla quale si può ricavare: Cellulosa, Fibre tessili, olio e farmaci. Per i farmaci il campo di applicazione non è conosciuto completamente solo perchè se ne impedisce la libera ricerca. Pensate a quanti alberi boschi e foreste verrebbero risparmiati se la si utilizzasse solo per la cellulosa, a parità di quantitativo di polpa, la marjiuana contiene circa il 40% in più di cellulosa.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).