DAL MONDO10:53 - 14 maggio 2010

Poche donne nel governo inglese: Cameron accusato di sessismo

L’esecutivo di David Cameron, già fragile per la coalizione con i liberaldemocratici di Nick Clegg, deve affrontare anche le accuse di sessismo, lanciate da associazioni e personalità politiche e rilanciate da diversi editorialisti

di staff Style.it
<p>Poche donne nel governo inglese: Cameron accusato di
sessismo</p>
PHOTO GETTY IMAGES

È polemica, in Inghilterra, per la scarsità di donne nel nuovo governo. A pochi giorni dall'insediamento, l'esecutivo di David Cameron, già fragile per la coalizione con i liberaldemocratici di Nick Clegg, deve affrontare anche le accuse di sessismo, lanciate da associazioni e personalità politiche e rilanciate da diversi editorialisti di Times e Guardian. Nel nuovo governo figurano, infatti, solo quattro donne: Theresa May, ministro dell'Interno e segretario di Stato alle Donne e all'Uguaglianza, Caoline Spelman, ministro dell'Ambiente, più la baronessa Saayeda Warsi, la prima donna musulmana a entrare in un governo britannico, e Cheryl Gillan, come ministro per gli Affari del Galles.

Tra le prime a scagliarsi contro le scelte di Cameron, c'è l'ex ministro degli Esteri laburista Margareth Beckett, che ha espresso preoccupazione per la scarsa rappresentanza femminile nel nuovo esecutivo «che potrebbe alienare i voti delle donne». Nei posti di comando, la «quota rosa» è più bassa del primo governo Blair del 1997, anche se le ultime elezioni hanno mandato in Parlamento la cifra record di 142 donne (su 650 parlamentari).

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).