DALL'ITALIA09:51 - 19 maggio 2010

Michele Santoro, separazione consensuale dalla Rai

Il conduttore di Annozero: addio alla Tv di Stato, sembra per 10 milioni di euro

di staff Style.it
<p>Michele Santoro, separazione consensuale dalla Rai</p>
PHOTO - KIKAPRESS - KIKA PRESS

Si parla di dieci milioni di euro per l'accordo di "buonuscita" di Michele Santoro dalla Rai. Il Consiglio di Amministrazione ha votato e approvato 7 voti a favore e 2 astenuti la proposta del Direttore Generale Mauro Masi per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro dipendente del giornalista di Annozero (23% la media share, Raidue). Per  Santoro si parla della realizzazione di docu-fiction  da esterno per l'azienda di Viale Mazzini o di un canale di informazione Tv legato a un quotidiano e al web. Solo dopo la firma, il conduttore Tv spiegherà le ragioni di questa scelta. Ma ha anticipato: «Non si può sempre recitare la stessa parte in commedia», quella del polemista. La spinta decisiva sembra essere venuta il 25 marzo scorso con Raiperunanotte, dal Paladozza di Bologna in un momento in cui i talk show Rai erano sospesi per le elezioni regionali: 13% di share con un circuito alternativo Sky-Current Tv e molti altri network locali. Nel 2002 Santoro era stato allontanato dalla Rai dopo le parole del premier Silvio Berlusconi pronunciate da Sofia. Santoro allora aveva fatto causa alla Rai per licenziamento senza giusta causa e il Tribunale gli aveva dato ragione nel 2005, mentre era al Parlamento europeo nelle liste dell'Ulivo.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Aldo Ferrua 76 mesi fa

Sono veramente deluso degli eventi .Speravo in una soluzione a favore della trasmssione.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).